forum d'ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni

REGISTRATEVI per ricevere via e-mail gli ultimi aggiornamenti
 
IndicePortaleGalleriaFAQCercaRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 A COLLOQUIO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
gauss
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 966
Età : 32
corso di laurea : tlc 2006
Data d'iscrizione : 08.07.07

MessaggioTitolo: A COLLOQUIO   Mer 19 Mar 2008, 23:03

come, cosa, dove?

Chiedo a qualche moderatore correggerla:( ancora ho da aggiungere ) grazie Wink
Certo, fondamentale per trovare un lavoro è avere la competenza, cosi come saper presentare un curriculum adeguato; senza contare il trovarsi al posto giusto nel momento giusto, cioè quel pizzico di fortuna che evidentemente non quasta. Ma è facile portarla dalla nostra parte se si ricordano alcuni elementi-chiave: in sette secondi - dicassi sette - chi vi sta esaminando si fa un'idea del vostro abito, dell'atteggiamento e di ciò che volete sembrare.
Secondo gli psicologi del lavoro, infatti, il primo colpo d'occhio costituisce (ahimé) ben l'80% della prima, complessiva impressione che l'aspirante fa sugli esaminatori.
Terrore: cosa fare per presentarsi al meglio e non perdere l'occazione di quell'agognato pesto di lavoro? Sarà banale, ma l'abito fa il monaco: <> avverte Barbara Torrance, esperta di selezione presso uan multinazionale americana, che svela un trucco: pensare a film e telefilm e cercare di inquadrare qualcuno che svolge la professione che si desidera fare, imitandone anche il modo di porsi e di vestire. Un suggerimento? Jennifer Aniston, la Rachel del decennale telefilm Friends, dice ancora Barbara Torrance. <
Una punk non sarebbe credibile, cosi una persona sciatta, poco curata o con abiti fuorimoda. Viceversa uno stile punk sarebbe credibile per un giovane creativo, magari ambito web>>. E proprio da Internet arrivano suggerimenti a raffica. I sito www.dressforsuccess.org, mato sulla scia di un libro di grande successo negli Stati Uniti, mentre in chiaro cosa si deve (e non si deve) fare sia per conquistarsi il posto che per andare avanti nella carriera.

.....( da finire)
Come Sostenere un Colloquio di Lavoro
Il colloquio di lavoro é il momento più delicato della ricerca di lavoro.
Il suo scopo è di valutare, oltre alla preparazione tecnica e specifica,
anche la personalità e la professionalità del candidato. Superata
la prima fase del processo di selezione in cui il curriculum è stato
letto e apprezzato, ora è importante affrontare il colloquio nel modo
giusto.
Non esiste una ricetta valida per tutti, ma un insieme di
buone regole che ci consentono di gestire la situazione in maniera
ottimale.
Prima del colloquio
Non arrivare impreparato:
- informati sull'azienda alla quale ti stai proponendo;
- esercitati a rispondere a domande relative al tuo curriculum, al tuo carattere, ai tuoi punti di forza e di debolezza
- porta con te una copia aggiornata del curriculum e una foto tessera
- non arrivare in ritardo, ma evita anche di arrivare con troppo anticipo, e non mostrare impazienza se devi attendere
Durante il colloquio

1- Durante il colloquio non essere né aggressivo né remissivo.
2- Dai sempre del lei al tuo interlocutore anche se è più giovane di te. Mostrati deciso ma non supponente
3 - Assumi una postura corretta, ben dritto sulla sedia; non giocherellare con i capelli, con collane, o altro
4- Ascolta attentamente il tuo interlocutore e se necessario rifletti
qualche secondo prima di rispondere; se non sei sicuro di aver capito
la domanda, chiedi spiegazioni
5 -Rispondi con semplicità e sincerità a tutte le domande che ti vengono
poste, anche se ti possono sembrare banali o fuori luogo: servono per
inquadrare la tua personalità. Nel lavoro non conta solo la
preparazione e la competenza, ma anche il modo di relazionarsi con gli
altri (i colleghi, i clienti, i superiori, i sottoposti…)
6 - Non interrompere il tuo interlocutore e non parlare in continuazione: lascia che si sviluppi un dialogo armonioso
7-Punta su elementi che assicurino al selezionatore l'effettivo desiderio
di svolgere quella mansione anche in futuro, magari con responsabilità
crescenti. E' fondamentale essere motivati, la mancanza di motivazione
è una delle cause più frequenti di insuccesso di un colloquio, le
capacità tecniche ad esempio, sono migliorabili anche in seguito
8- Evita di mostrarti indeciso per timidezza o per modestia; rispondi
invece con sicurezza, evidenziando capacità nell'autoanalisi, e fai
emergere caratteristiche positive per la mansione, o trasforma elementi
in apparenza negativi in punti di forza
9-Guarda in faccia chi ti parla, non sfuggirgli, non guardarti attorno e
non abbassare lo sguardo continuamente, non cercare complicità ma
trasparenza. Cerca di sorridere e di comunicare con il corpo apertura e
disponibilità: niente braccia conserte o pugni serrati
10- Non avere fretta e non guardare l'orologio in continuazione: lascia che sia il tuo interlocutore a scandire il tempo
11-Non fare subito domande sulla parte economica, ma lascia che
l'argomento venga affrontato dal selezionatore: ricordati che in genere
viene trattato in un colloquio successivo
12-Saluta cordialmente, una stretta di mano calorosa e un sorriso lasciano
sempre un buon ricordo; ringrazia e chiedi quali saranno i passi
successivi. Non mostrarti impaziente di avere una risposta. Se stai
valutando altre proposte, fallo presente con gentilezza

Ricapitolando

Gli errori da evitare:

- Vestirsi in maniera trasandata o troppo elegante
- Gesticolare in modo eccessivo
- Fumare o masticare la gomma americana
- Essere prolissi
- Fare i primi della classe
- Sbirciare tra i fogli del selezionatore
- Mostrarsi irritabili o furbi o disonesti o scorretti
- Parlar male degli assenti o delle imprese concorrenti o di quelle dove si è lavorato
- Mostrarsi eccessivamente sicuri o nervosi
- Chiedere immediatamente l'esito del colloquio
I comportamenti da adottare:
- Arrivare con qualche minuto di anticipo
- Vestirsi in modo semplice e ordinato
- Stretta di mano né troppo forte, né troppo debole
- Informarsi sull'azienda prima del colloquio
- Prepararsi ad illustrare il proprio curriculum
- Ricordare il nome dell'intervistatore
- Prima di sedersi, attendere che lo faccia l'intervistatore
- Saper ascoltare
- Tenere sotto controllo i movimenti del proprio corpo
- Parlare degli aspetti economici solo dopo che il selezionatore fa una proposta retributiva


*fonte: Bene Insieme (Conad) e www.fondazionelavoro.it

_________________
gauss è stato licenziato, zdarova è admin adesso


Ultima modifica di gauss il Mer 19 Mar 2008, 23:53, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://zdarova.it
Anthony
silver
silver
avatar

Numero di messaggi : 238
Età : 30
corso di laurea : Studente
Data d'iscrizione : 09.07.07

MessaggioTitolo: Re: A COLLOQUIO   Mer 19 Mar 2008, 23:52

Gauss ti ho corretto il titolo 2 volte! Si scrive Colloquio non Qolloquio! C'è pure scritto nel testo! Vabbè finisci poi correggiamo! Wink
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
A COLLOQUIO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Colloqui con i genitori
» Al colloquio
» IKEA: qualcuno ha fatto già i colloqui come me?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
forum d'ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni :: Insegnamenti, esami ->> commenti :: Offerte tirocinio, stage e lavoro-
Vai verso: